RISPETTO PER L'AMBIENTE

 

SEDE OPERATIVA E TECNOLOGIE PRODUTTIVE

 

PanoramicaL’area di proprietà su cui insiste l'insediamento produttivo, ben delimitata nei confini da apposita recinzione, e protetta da adeguata piantumazione sul versante esposto al fiume, presenta già al primo impatto visivo una gestione ed un’organizzazione interna rigorosa ed ordinata, in cui nulla pare lasciato al caso, dalla disposizione dei cumuli in stoccaggio, allo stato d’efficienza degli impianti stessi, a tutto quell’insieme d’accorgimenti ed adeguamenti adottati in tema di sicurezza sul lavoro e d’igiene ambientale.

Ad inizio 2012 l'impresa ha inoltre avviato l'iter documentale ed operativo per l'implementazione del sistema di Qualità Ambientale ISO 14001, procedendo alla rimozione dell'amianto presente nelle vecchie coperture del capannone-officina, ed alla contestuale installazione di pannelli fotovoltaici. Operazione in virtù della quale la Giordanino si è dotata di un impianto per la produzione di energia da fonte rinnovabile pari a 52 KW, aggiungendo la qualifica di "Officina Elettrica" all'interno del proprio oggetto sociale.

 

AUTORIZZAZIONI IN ESSERE

Per quanto concerne l'area di sedime aziendale su cui insistono impianti ed attrezzature produttive, l'impresa è titolare di autorizzazione Provinciale (valida fino al dicembre 2017) alle emissioni in atmosfera ed allo scarico di acque reflue industriali in corpo idrico superficiale.

 

IMPIANTO "CONGLOMERATI BITUMINOSI"

Vapore acqueoDotato già dal lontano 1974 di filtro a maniche per l’abbattimento di polveri d’essiccazione e la depurazione dei fumi, oltre che di tanti altri accorgimenti tecnologici, l’impianto è in grado di ottemperare pienamente ai limiti imposti dalla normativa in materia d’emissioni in atmosfera. Proprio in occasione dell’ultimo intervento d’aggiornamento e ristrutturazione, gli investimenti mirati sono stati concentrati più che mai in tale direzione, tramite la predisposizione ed installazione di un filtro a maniche di ultima generazione, in grado di apportare benefici sia al ciclo in termini di aumento di produttività, sia all'ambiente in termini di qualità del vapore acqueo emesso a fine ciclo.

Non mancano altri accorgimenti "pro-ambiente" come la presenza di una valvola di sicurezza installata sul silo di stoccaggio filler, finalizzata al blocco immediato di dispersioni polveri in atmosfera nei casi di emergenza legati a pressioni di carico e spinta oltre la soglia consentita da parte di cisterne fornitrici di materia prima.

 

IMPIANTO "CONGLOMERATI CEMENTIZI"

La centrale di betonaggio risulta anch'essa dotata di un sistema di sicurezze relativo al carico del cemento negli appositi sili, in virtù del quale vengono aspirate ed immediatamente recuperate eventuali fuoriuscite di polveri e micro-particelle, evitandone dispersioni in atmosfera. Ulteriore conferma dell’attenzione all’ambiente circostante ma soprattutto della volontà, da parte dell’azienda, di osservare scrupolosamente la normativa di riferimento, cercando di contemperare le esigenze produttive interne con quelle del contesto operativo su cui insiste.

recupero clsAll'impianto di produzione è stato recentemente affiancato un impianto di recupero del calcestruzzo reso contenuto nelle autobetoniere rientranti in sede, e di riciclo delle acque torbide contenenti le particelle finissime. I residui della miscela cementizia in questione vengono convogliati in apposita botte recuperatrice, in grado di separare gli inerti grossolani dalle acque torbide di lavaggio contenenti particelle finissime di cemento in sospensione.

 

IMPIANTO "AGGREGATI LAPIDEI"

L’attività sinergica di una sfangatrice a botte da 50 mc/h, di un idrociclone per la produzione di sabbie lavate da 35 mc/h, e di un sistema automatizzato di chiarificazione acque radiale “FRACCAROLI & BALZAN” a valle dell'impianto, con annessa filtropressa automatica “TECNOIDEA IMPIANTI”, garantisce il riciclo di parte dell’acqua torbida in ciclo e di buona parte dell’acqua chiarificata in testa all'impianto.
Ne consegue un sensibile contenimento del fabbisogno idrico ed un modico sfruttamento della falda sottostante, oltre che una minima dispersione delle parti fini in sospensione, recuperate fino alla massima soglia consentita in termini di Micron.

Chiarifica acqueA fine ciclo, la quantità d’acqua chiarificata dal suddetto impianto di depurazione e non riciclata in testa all’impianto, viene convogliata per caduta in apposita vasca di sedimentazione e scaricata in alveo tramite sistema di sfioro per eccedenza, nel rispetto dei rigorosi valori di riferimento previsti dalla “Tabella 3 - Allegato 5 - parte terza del D. Lgs. 152/2006”, e delle prescrizioni in materia di tutela del paesaggio.

 

PRODOTTI "ECO COMPATIBILI"

Additivi bitumatiGrazie alla installazione di una nuova attrezzatura impiegata per il dosaggio di cellulose e relativi additivi, l'impresa si è recentemente strutturata per confezionare "asfalto tiepido", da impiegare in alternativa al conglomerato bituminoso tradizionale "a caldo" previsto nella maggior parte dei capitolati, con risaputi vantaggi in termini di compatibilità ambientale, e destinato ad impieghi specifici per pavimentazioni di strade fortemente urbanizzate (in mezzo a centri abitati) o su vie anguste dei centri città.
Il suddetto tipo di conglomerato, oltre a rappresentare la risposta dell'industria delle costruzioni stradali alle richieste insite nel "Protocollo di Kyoto" sui cambiamenti climatici, che prevede tra il 2008 ed il 2012, la riduzione delle emissioni inquinanti da parte degli stati membri dell'Unione Europea dell'8% rispetto ai valori registrati nel 1990, ha lo scopo di ridurre i consumi energetici e l'emissione di inquinanti, garantendo comunque pavimentazioni stradali con prestazioni identiche a quelle ottenute utilizzando conglomerati tradizionali "a caldo", con i sotto elencati vantaggi:
• diminuzione della temperatura di confezionamento fino a 40° C, grazie all'introduzione di alcuni additivi (cere e zeoliti);
• stesa del conglomerato, per lo stesso motivo di cui al punto 1, a temperature inferiori di circa 30-40° C;
• maggior salubrità sia per gli operatori addetti alla produzione in impianti che per quelli impegnati nella stesa, grazie ad un sensibile abbattimento di fumi ed odori in fase di lavorazione e posa;
• riduzione del 25-30% delle emissioni di CO2;
• messa in opera meno problematica (come già accennato), in ambiti fortemente urbanizzati.

 

PARCO MACCHINARI E MEZZI D'OPERA 

Eurotrakker

Anche in proposito, l’impresa ha sempre prediletto una politica d’investimento mirata all'acquisto di mezzi d'opera e macchinari di massima efficienza, dotati di motorizzazioni a consumi contenuti e ridotte emissioni (euro 5-6 per gli autocarri mezzi d'opera/stradali e tier III-B per i macchinari da cantiere), e pertanto il più possibile rispettose dell'ambiente.

Loghi Giordanino spa

GIORDANINO S.P.A. - Via Trebbia, 23 - 29029 RIVERGARO (PC) - Tel: 0523.958841 - Fax: 0523.958904 - Email: giordanino@giordanino.com - PEC: info@pec.giordanino.com

Copyright © 2014. All Rights Reserved.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione